Cerca

 

 
ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO
DEGLI UFFICI DI SEDE CENTRALE
Dal lunedì al venerdì
dalle 10.00 alle 17.00

Area riservata

login > 

Calendario

APR
12

12/04 - 19/04
Campo Scuola Primaverile

MAG
1

01/05 - 04/05
FOR TEK

MAG
17

17/05 - 18/05
Consiglio Nazionale

MAG
24

24/05 - 25/05
For

MAG
31

31/05 - 02/06
Riunione CoCon R

 calendario completo > 

Dalle sezioni

  • Giornata mondiale del Pensiero “Laicità e Coeducazione nella proposta Scout in Italia e in Francia”

    il gruppo scout ARICCIA - Roma 14 CNGEI vi invita VENERDI’ 22 FEBBRAIO 2013 alla Giornata mondiale del...

    Leggi tutto...

  • Cent'anni di scautismo. Il grande gioco della vita.

    Convegno Nazionale a cura della sezione di Lecce - Sabato 9 Marzo 2013 ore 17.00.

    Leggi tutto...

  • I 50 anni della 2. Compagnia Rover della “Tavola Rotonda” di Trieste

    In occasione dei 50 anni dalla fondazione e di ininterrotta attività della 2. Compagnia Rover della “Tavola Rotonda”...

    Leggi tutto...

 tutte le news > 

Altri eventi
  • E' scout la milionesima vode di Wikipedia in Italiano

    22 gennaio 2013 - L'edizione in lingua italiana di Wikipedia ha oggi raggiunto il milione di voci. E` un traguardo...

    Leggi tutto...

  • Un invito dal Belgio

    Gli Scouts e Guides di Belgio vi invitano a partecipare al JamBe 2013 - A world of Imagination - International...

    Leggi tutto...

  • Sondaggio Regioni Europee Wosm e Wagggs per Capi e Rover

    Il servizio o volontariato è una delle aree su cui stanno lavorando le Regioni europee di WAGGGS e di WOSM. In...

    Leggi tutto...

 tutte le news > 

Si è appena concluso il Campo Scuola estivo 2012

Si è da poco concluso il campo scuola estivo a Castelletto di Rotzo, nella casa di caccia della Sezione di Vicenza del CNGEI, dal 17 al 25 agosto.
Il campo scuola è un momento vitale per l'associazione per la consapevolezza, la voglia di fare, l'entusiasmo e le idee che i partecipanti riportano nelle Sezioni e si traducono in servizio attivo nell'educazione dei ragazzi e delle ragazze.
Sono stati dieci giorni intensi, un bellissimo clima, un grande senso di fratellanza unito a quell'alone di magia che rende il campo scuola un'esperienza unica e toccante.
"Oh tu fratello che ci hai preceduto e anche tu che domani verrai..." la strofa della canzone "Sentimmo un richiamo" spiega meglio di qualunque altra espressione il senso della continuità del servizio straordinario degli adulti dell'associazione che si sono passati il testimone impegnandosi per la crescita e lo sviluppo del CNGEI in questi cento anni. Lo ha ricordato anche la Capo Scout all'ultimo fuoco del campo scuola, dopo la cerimonia della raccolta del tizzone. Ecco che cosa ha detto:

 

Ricevo i tizzoni che accenderanno il fuoco del prossimo campo scuola che è anche il primo campo del centesimo anno della nostra associazione, e questo mi fa venire in mente soltanto una parola che si chiama "servizio". Sapete qual'è un servizio straordinario? Un servizio straordinario è un servizio quotidiano ed  è quello che uno scout fa che non è solo la domenica, che non è solo la riunione il sabato pomeriggio, che non è soltanto accondiscendere al dovere di formarsi venendo una settimana al campo scuola. Chiedo tanto, lo so. Il servizio quotidiano è il servizio che uno fa a se stesso verificando quotidianamente la propria aderenza a quel codice sintetico di comportamenti che poi sono i nostri valori rappresentati dalla legge. È chiedersi ogni giorno dov'è la propria promessa senza aver bisogno di guardare dove si è lasciato il foulard scout. È molto di più, perché allora quando si va il sabato pomeriggio alla riunione, la domenica quando si fa il bivacco, quando si fa il campo si porta molto di più, si porta molto di più di aver riverificato se stessi prima di quelle occasioni li. È difficile, io che non sono affatto migliore di altri non ci riesco. Non ci riesco sempre, però ci provo sempre ed è quello che l'associazione si aspetta da voi. E questo servizio quest'anno che sta per terminare e l'anno prossimo ancora di più ci costa  un po' più di sacrificio, ma di sacrificio bello, il sacrificio che serve per spostare avanti un ideale, per spostarlo avanti di altri cento anni, dopo aver cantato "o tu fratello che c'hai preceduto" e ci ha preceduto nei cento anni precedenti. Quelli che sono venuti prima e quelli che ci hanno fatti arrivare qui con le cose che funzionano e con quelle che non funzionano, con quelle che sono da cambiare, con quelle che sono da aggiornare verificando ogni giorno l'aderenza agli stessi valori, perché quelli non cambiano, non sono cambiati in cento anni e non cambieranno, spero, e il mio impegno è questo, per i prossimi cento. Il mio impegno non dura cento anni, non durerò io cento anni, durerà chi viene dopo di me, la persona a cui avrò trasmesso questo compito, questo dovere, a cui avrò trasmesso col mio sorriso che questo servizio è un bel servizio da fare. Ma prima che per gli altri e per i ragazzi, per se stessi, perché si sta bene perché io sto bene e perché sono sicura che vicini l'uno all'altro, quando si sente la spalla di quello accanto che si appoggia, perché è passato un po' di tempo da che siamo qui, perché in questa settimana abbiamo speso tanto, ed è bello, perché si appoggia a noi, come si è appoggiato a noi chi è venuto prima e lo ha fatto scrivendo su quei libroni sapendo che sarebbe venuto qualchedun'altro dopo. Allora consegneremo il prossimo anno l'associazione a chi la porterà avanti i prossimi cento anni ed ora ne hanno otto, ne hanno nove, ne hanno dieci… sono loro. Per questa consegna vi chiedo di esserci, per questa consegna dobbiamo esserci insieme, perché è importante, ciascuno come socio di un'associazione a cui ha scelto consapevolmente di far parte. Ecco io penso che stasera l'impegno, ciascuno nella propria realtà, prima di altro, di fare questa consegna penso che sia bello prenderselo. Io me lo prendo per quel che sarà il mio servizio, spero che lo facciate anche a voi per quello che sarà il servizio che presterete il prossimo anno, ovunque sarete, in qualunque unità, in qualunque sezione. E raccontatelo anche agli atri, perché chi è venuto prima di noi lo ha fatto lasciando una traccia e allora lasciamo una traccia anche stasera. Buona Caccia.

Monia Marcacci
Capo Scout del CNGEI

Stampa Email